Babywearing: l’esperienza di Federica Ometti

‘Ho comprato un marsupio ma non ci vuole stare’
‘Ho provato con la fascia ma scoppia a piangere’
‘Ho provato ma mi fa male la schiena, lui sembra scomodo e poi è troppo lunga’
Vorrei provare ma non so da che parte iniziare, vuole stare sempre addosso a me e forse la fascia potrebbe aiutarci’
 
Quando ricevo la prima telefonata da una mamma incuriosita dalla consulenza babywearing, quando incontro una mamma per strada che mi vede con i miei figli in fascia, capita che la conversazione inizi proprio così. 
 
In una consulenza babywearing metto tutta la mia esperienza, di mamma che ha imparato da zero, di mamma che in buona fede ha sbagliato il primo acquisto fidandosi della grande distribuzione, di mamma che si è ingarbugliata mille volte in una fascia elastica e si rifiutava di provare una fascia tessuta per paura che fosse troppo difficile.  
Non per tutte è così, ma un po’ per esperienza professionale e un po’ per esperienza personale posso dire che spesso la fascia rigida spaventa, così come spaventa tutto quello che non conosciamo. 
 
La mia prima consulenza l’ho fatta dopo 6 mesi di prove da autodidatta, quando le legature sulla schiena che provavo a fare non mi sembravano tanto sicure e mi sfuggiva sempre qualche passaggio. 
 
Se solo l’avessi fatta prima. 
 
Ho sperimentato con il mio secondo bimbo cosa significa iniziare un percorso babywearing con la consapevolezza di utilizzare la fascia nel modo corretto, senza paura di fargli male, senza paura che possa cadere, trovandolo sempre comodo sia per me che per lui e godendo davvero della bellezza di legarlo addosso a me. 
 
In una consulenza porto la mia esperienza di mamma di due bambini portati tantissimo, porto la mia esperienza di consulente, le mie mani che hanno toccano centinaia di supporti e ascolto le tue esigenze e quelle del tuo bambino.

Ci sono delle volte in cui basta qualche accortezza per rendere magico un percorso babywearing che non stava funzionando. Il mio compito è quello di accompagnarti per capire in che modo il babywearing può esserti di aiuto: per una passeggiata, per riuscire ad avere le mani libere e cucinare, per recuperare intimità con il tuo bambino, per recuperare il tempo passati lontano mentre eri al lavoro, perché devi rientrare a lavorare troppo presto ma puoi portalo con te, per infinite coccole cuore a cuore, per una scampagnata senza passeggino, perché devi muoverti in metropolitana, perché ti serve qualcosa di veloce per accompagnare l’altro bimbo a scuola…perché¨ vuole starti sempre in braccio, perché tu hai bisogno di lui e lui di te.

Io non faccio altro che adattarmi alle tue, alle vostre esigenze, facilitandoti nell’utilizzo, aiutandoti a capire qual è il supporto più adatto a voi, in un momento in cui la grande distribuzione propone supporti non ergonomici e scomodi che scoraggiano e quando si pensa ad una fascia, spesso non si sa da che parte iniziare.
Lascio la parola ad una delle tante mamme che hanno partecipato agli incontri babywearing all’interno del centro Doctors&Doulas, dove trovi i miei corsi già all’interno del corso preparto:
 
Cara Federica volevo ringraziarti dell’incontro che mi ha aperto un mondo e nel quale voglio assolutamente entrare.
Ammetto che ero molto scettica sulla fascia, o forse sarebbe meglio dire più paurosa che altro, la paura che la bimba potesse cadere o possa farsi male perché non ho saputo “agganciarla” nel modo giusto.
Ma come tutte le cose le puoi valutare e apprezzare solo quando le conosci e la tua lezione con tanto di prova è stata utilissima.
Consiglio vivamente a tutte le mamme o quasi mamme una prova con Federica per avere una chance in più di vivere con un pizzico in più di serenità la maternità (che non guasta!) e vicinanza al proprio bimbo tenendolo vicino al proprio cuore.

Giuseppina Gatto