Conosci, riduci e previeni gli interferenti endocrini

“Interferenti endocrini”: probabilmente la maggior parte delle persone non ne avranno mai nemmeno sentito parlare. Eppure sono dappertutto e, anzi, fanno parte quotidianamente delle nostre vite, mettendo a rischio la nostra salute. Ma vediamo di entrare più nel dettaglio.

Il 2019 è stato l’anno in cui abbiamo iniziato a porre maggiore attenzione alle problematiche riguardanti l’ambiente. Ad esempio, l’eccessivo utilizzo della plastica, l’impatto che essa ha sull’ambiente, lo spreco energetico, quegli ingredienti chimici dai nomi strani contenuti nelle creme di bellezza… Sono tutti fattori che danneggiano il pianeta in cui viviamo e, di conseguenza, il nostro organismo.

Tuttavia, non si tratta certo di una scoperta nuova. Tutt’altro!

A partire da questo presupposto, ci soffermeremo a spiegare che cosa intendiamo quando parliamo di interferenti endocrini.

Cosa sono gli interferenti endocrini?

Vi abbiamo già parlato, in questo articolo, delle cause dell’ovaio policistico. Ebbene sì, ciò che ingeriamo, i cosmetici che applichiamo sulla nostra pelle, i materiali in cui conserviamo il nostro cibo… Possono essere tutti quanti interferenti endocrini. Ovvero, una vasta categoria di molecole o miscele di sostanze che alterano la normale funzionalità ormonale dell’apparato endocrino, causando effetti avversi sulla salute di un organismo (tra i quali, appunto, l’ovaio policistico).

Possiamo sicuramente fare molto per impedire che ciò accada. A tal proposito, vi segnaliamo un importante decalogo divulgato dal Ministero dell’Ambiente (che trovate a questo link) per informarvi meglio sui relativi rischi e sulla prevenzione.

 

interferenti endocrini