Ecco perché i legumi fanno bene

i legumi fanno bene

I legumi fanno bene

Ceci, fagioli, lenticchie, cicerchie, lupini, piselli. Questi sono solo alcuni dei legumi che possiamo trovare nelle tavole italiane. Lo sappiamo da sempre, ce lo dice la televisione e gli articoli online. Ma, sinceramente, possiamo dire di mangiarne abbastanza? E soprattutto, sappiamo perché facciano così bene? Vediamo, quindi, le proprietà di questa categoria alimentare.

 

Proprietà e impatto nutrizionale

Il termine “legumi” indica i semi commestibili delle piante appartenenti alla famiglia delle leguminose. Possono essere consumati sia freschi che secchi. La tradizione ci insegna che, in abbinamento ai cereali, abbiamo una migliore qualità proteica: basti pensare alla pasta e fagioli, o a riso e piselli. I legumi, quindi, sono un’ottima fonte proteica, che li rende l’alimento ideale nel caso di diete vegetariane o vegane, ma non solo. Hanno un basso contenuto di grassi e sono ricchissimi in fibre: questo li rende non solo alimenti molto sazianti, ma anche alleati preziosi del nostro apparato digerente. Da notare anche il loro apporto di calcio, fondamentale per il buon sviluppo di ossa e denti. Consumare legumi abitualmente contribuisce a ridurre il rischio di malattie cronico-degenerative, (patologie cardiovascolari, il diabete, l’obesità, la sindrome metabolica e alcune forme di cancro). Ecco perché non dovrebbero mancare sulle nostre tavole almeno tre volte a settimana!

 

i legumi fanno bene

 

Come consumarli?

Abbiamo già parlato più volte di come combinare gli alimenti per sfruttare il massimo dei loro benefici (per esempio vi avevamo parlato di arance e noci). Nel caso dei legumi, come abbiamo detto, l’accoppiata migliore è quella con i cereali: oltre alla già citata classica pasta e fagioli, perché non provare orzo e fagioli rossi? Oppure farro e cicerchie, da consumare anche freddi quando le temperature si alzano. Se conoscete già l’hummus (la salsa di origine mediorientale a base di ceci frullati e sesamo) sperimentate con altri tipi di legumi, per esempio con i fagioli cannellini, da spalmare poi su del pane integrale o ai cereali. Questo è sicuramente il modo più facile per farli apprezzare anche ai bambini.

Un’altra tendenza che sta prendendo piede è la pasta di legumi: a base di farina di ceci, di lenticchie, perfino di fagioli azuki, si trova facilmente nei supermercati più forniti. Inizialmente dedicata solo agli intolleranti al glutine, ora si trova in ogni formato. La possiamo cucinare e condire come la pasta classica, ma basterà una rapida occhiata all’etichetta e ai valori nutrizionali per capire che il contenuto di fibre e proteine è ben diverso.